Il tempo dei ricordi

Dom, 02/05/2021 - 07:30
Ripercorriamo, insieme, gli avvenimenti e i personaggi più importanti che hanno segnato la data del 2 Maggio.

Accadde che:

1955 (66 anni fa):Tennessee Williams vince il Premio Pulitzer per “La gatta sul tetto che scotta”. L'opera, concepita come un dramma in tre atti, è stata vagliata da Elia kazan, incaricato alla regia per la prima assoluta, il quale ritenne necessari alcuni rimaneggiamenti sul terzo atto. Dall'opera è stato tratto l'omonimo film del 1958, diretto da Richard Brooks, in cui Paul Newman ed Elizabeth Taylor interpretarono rispettivamente Brick e sua moglie Maggie. Il tema portante del dramma è l'ipocrisia: esso pervade e filtra tutti gli altri elementi del dramma, che possono ricondursi ai temi della sessualità, degli schemi sociali e della morte.Tutti i personaggi principali mentono e non solo ai loro comprimari: molto spesso la bugia è un vero e proprio rifiuto di credere alla realtà dei fatti, preferendo continuare a vivere in situazioni fintamente serene che nascondono verità tremende, ma ineluttabili.

1997 (24 anni fa): Il leader del Partito Laburista Tony Blair diventa primo ministro del Regno Unito, dopo 18 anni di governo conservatore. A 43 anni, è il più giovane primo ministro degli ultimi 185 anni. Nel settembre 1997, raggiunge una grande popolarità personale dopo la sua risposta pubblica alla morte della Principessa Diana. Il Partito laburista, oltre alle politiche del 1997, ha vinto altre due elezioni sotto la sua leadership: nel 2001 e poi nel 2005 con una maggioranza ridotta. Nei primi anni del governo del New Labour, il governo Blair ha introdotto la legge nazionale sui salari minimi, sui diritti umani e sulla libertà di informazione. Il governo Blair ha anche trasferito potere, istituendo il Parlamento scozzese, l'Assemblea nazionale per il Galles e l'Assemblea dell'Irlanda del Nord. È stato succeduto come leader del partito laburista e come primo ministro da Gordon Brown nel giugno 2007. Il giorno in cui Blair si è dimesso come Primo ministro, è stato nominato inviato speciale ufficiale del Quartetto sul Medio Oriente, un ufficio che ha mantenuto fino a maggio 2015. Ora gestisce un'attività di consulenza e ha creato fondazioni diverse in suo nome, tra cui la “Tony Blair Faith Foundation

Scomparso oggi:

1519 (502 anni fa): muore a Ad Amboise (Francia) Leonardo da Vinci artista a 360 gradi, infatti non è stato solamente un pittore, ma anche ingegnere militareinventore, scienziato, anatomista, e sperimentatore. Nato ad Anchiano,vicino a Vinci (provincia di Firenze) il 15 aprile 1452 è stato un uomo d'ingegno e talento universale del Rinascimento, considerato uno dei più grandi geni dell'umanità. Vista la sua passione per l’arte, studiò dal 1469 o 1470, nella bottega di Andrea del Verrocchio, che in quegli anni era una delle più importanti di Firenze, nonché una vera e propria fucina di nuovi talenti. Tra le tante curiosità, su Leonardo Da Vinci, la più dibattuta riguarda la famosa "Gioconda". C’è la confusione circa questo quadro, non tanto per quanto riguarda l’interpretazione su cui si potrebbe scrivere un intero libro, ma piuttosto per l’appartenenza. In molti si lamentano ancora che la Gioconda non si trovi in un museo fiorentino, o perlomeno italiano e per vederla si debba arrivare fino al Louvre, a Parigi. ll quadro della Gioconda, al quale Leonardo lavorò gran parte della sua vita non ridendosi mai pienamente soddisfatto, non appartiene all’Italia. È stato proprio l’artista a vendere la Gioconda a Francesco I, re di Francia, per 4 mila scudi d’oro, ovvero un cifra che lui guadagnava in circa 2 anni. In Italia, tuttavia, abbiamo moltissime altre opere altrettanto belle, affascinanti e famose che meritano di essere viste, come "L’Annunciazione", che si trova agli Uffizi di Firenze e “Ultima cena”, nell’ex-refettorio del convento adiacente al santuario di Santa Maria delle Grazie, a Milano.  

Rubrica: 
Tags: